Questo evento si è concluso il 25 maggio 2019 19:00 CEST

Carlo Petrini presenterà la Comunità dei Custodi dei Castagneti delle Alpi Liguri


sabato 25/mag/2019 dalle 17:00 alle 19:00 (UTC +02:00)

Scuola Forestale Ormea - Via Angelo Silvio Novaro, 96, 12078 Ormea CN, Italia

Quando

sabato 25/mag/2019 dalle 17:00 alle 19:00 (UTC +02:00)

Dove

Scuola Forestale Ormea
Via Angelo Silvio Novaro, 96, 12078 Ormea CN, Italia

Visualizza mappa

Descrizione

La Condotta Slow Food Monregalese, Cebano, Alta Val Tanaro e Pesio, unitamente alla Scuola Forestale di Ormea, presentano la Comunità Slow Food denominata “Custodi dei castagneti”.

Sabato 25 maggio 2019 alle ore 17:00 presso la Scuola Forestale di Ormea in via A. S. Novaro, 96

Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, parlerà della Comunità e del castagno: 

una storia tra Biodiversità e Umanità.

Articolo tratto da TargatoCN -

http://www.targatocn.it/2018/07/17/leggi-notizia/a...

In occasione del IX Congresso nazionale Slow Food, tenutosi a Montecatini Terme il 6-7-8 luglio, è stata presentata la prima Comunità Slow Food denominata “Custodi dei castagneti”.

Per comprendere l’origine di quanto realizzato, occorre partire dai castagneti di Viola Castello dove, anni fa, si sviluppò l’idea, nata dal compianto fiduciario di zona Davide Ghirardi, di ridare “linfa” al mondo dei castagneti; la Valle Mongia è stata presa come modello per estendere il discorso ad altre vallate, fra cui l’Alta Val Tanaro e la Valle Ellero.

L’obiettivo è quello di creare una “rete” fra tutti coloro che, a vario titolo, si occupano di preservare e diffondere non solo la coltura, ma anche la cultura dei castagneti.

La “Condotta Monregalese, Cebano, Alta Val Tanaro e Pesio”, rappresentata a Montecatini dai suoi delegati, ha avuto la possibilità di far conoscere la “Comunità dei Custodi dei castagneti”, illustrandone le finalità: ottenere un prodotto coltivato, essiccato e trasformato secondo i metodi tradizionali, mettendo in atto le cosiddette “buone pratiche” che incentivano il pascolamento nei castagneti, le concimazioni naturali, le potature e gli innesti.

La Comunità, inoltre, mira a coinvolgere ed integrare quanti credono nel valore del cibo “buono, pulito e giusto”, fonda le proprie basi su un sistema alimentare più sostenibile e si adopera per la salvaguardia dell’ambiente e la difesa della biodiversità.

Solamente attraverso l’unione d’idee ed esperienze, il confronto, lo scambio d’informazioni e la risoluzione comune di determinate problematiche sarà possibile ridare il giusto valore ad un prodotto che, in epoche passate, ha rappresentato il fulcro delle nostre valli.

biglietto Biglietti
Prezzo unitario
Quantità

CONDIVIDI


Creato con Slow Food da:

DANIELA DI FORTI

Visita il profilo Contatta l'organizzatore
Wall Chiudi Wall

Recupera password

Sei già registrato? Entra

Il nostro sito web utilizza cookies per fornire il Servizio. Queste informazioni servono per migliorare il Servizio e comprendere i tuoi interessi.
Usando il nostro sito web, tu accetti l'utilizzo dei cookies. Clicca qui per approfondire.